7 tipi di gabinetto e come pulirli

7 tipi di gabinetto e come pulirli

Non è uno scherzo: il 19 novembre si celebra la giornata mondiale del gabinetto: iniziativa indetta dalle Nazioni Unite, è volta a ricordare che circa 2,4 miliardi di persone nel mondo non hanno accesso ai servizi sanitari. Questo ha conseguenze a dir poco drammatiche su salute e ambiente: pensate che garantendo un adeguato gabinetto, si potrebbero salvare circa 200.000 bambini all’anno.

Non dimentichiamoci della fortuna di avere un gabinetto, ed ovviamente dell’importanza di mantenerne l’igiene e la pulizia. Ne approfittiamo per mostrarvi alcuni dei gabinetti più strani al mondo: ogni Paese ha un approccio diverso all’igiene e le differenze culturali e le influenze sociali si rispecchiano nelle differenze dei gabinetti… come dimostriamo con queste immagini! Come di consueto, non dimentichiamo di darvi qualche consiglio per pulirli adeguatamente…

Germania, Austria e Paesi Bassi: Il WC-mensola

I turisti che si recano per la prima volta in questi Paesi possono rimanere spiazzati dalla forma anomala di questi gabinetti, che hanno una sorta di mensola che non permette il deflusso, come invece avviene nei gabinetti (per noi) “tradizionali”. La mensola potrebbe essere considerata utile per verificare l’efficacia della propria dieta, anche se capiamo che ci sono di sicuro altri modi per controllare la propria salute…

WC-mensola

Per pulire lo “shelf toilet”…

Potete usare lo scopino, ma è fondamentale che questo sia pulito al meglio. Riempite una parte del wc con acqua calda e candeggina e lasciate lo scopino in ammollo per circa un’ora, poi usatelo per sfregare le pareti e tirate lo sciacquone.

Australia: miti da sfatare (e non)

Per cominciare: il gabinetto non è un uragano, quindi la forza di Coriolis non ha nessun effetto sullo sciacquone e l’acqua non scorre in senso antiorario. Passiamo ai ragni: vero che l’Australia è la dimora di moltissime specie animali mortali, quindi una controllata al gabinetto è sempre consigliabile per assicurarsi che non ci siano ragni nelle vicinanze. Non fatevi però spaventare dagli innumerevoli video virali sull’argomento…

Come pulire un water australiano

Nonostante tutto, di solito i ragni non compaiono negli scarichi delle case moderne, ma si possono infilare in casa tramite finestre aperte o fessure, quindi il modo migliore per non ritrovarseli nel gabinetto è proprio di non farli entrare in casa. Un piccolo trucco: ai ragni non piace l’odore degli agrumi, munitevi quindi di candele alla citronella e fate una scorta di deodoranti per l’ambiente al limone o all’arancia.

Cina, India e Paesi asiatici – la turca

In questi paesi la turca è il tipo di gabinetto più comune, viene anche chiamata “squat toilet” per la posizione che si assume. Non solo nei bagni pubblici, la turca è anche molto comune nelle case: mentre a noi ricorda i bagni di un tempo, questo tipo di gabinetto è in realtà una delle opzioni migliori in termini di igiene e salute. Infatti grazie alla turca non solo si limitano i rischi di trasmissione di malattie causate dal contatto o da batteri legati alla non pulizia del water, ma studi medici dimostrano che alcuni problemi intestinali si presentano più spesso tra chi usa le toilette “occidentali”: questo potrebbe essere dovuto alla posizione innaturale che queste portano ad assumere.

Il bagno turca

Per pulire la turca…

Di sicuro questo tipo di servizi igienici è tra quelli più semplici da pulire. Spesso nei bagni asiatici infatti, oltre allo scopino si trova una doccia che facilita la pulizia del gabinetto, insieme all’uso di sapone adeguato. Trovandosi al livello del pavimento, è necessario pulire il pavimento ed igienizzarlo molto più spesso rispetto al water.

In America Latina la carta igienica è bandita…

A causa delle tubature molto arretrate e degli scarichi inadeguati, in America Latina non si può buttare la carta igienica nel WC. Di solito si trova un bidone accanto alla toilette. Meglio essere preparati se state decidendo di affrontare un viaggio in questi Paesi: potreste trovarvi ad intasare un bagno senza (all’apparenza) aver fatto nulla di strano.

Carta igienica

Come pulire i bidoni per la carta igienica

La pulizia ed igienizzazione dei bidoni della spazzatura è fondamentale, ancora di più se questi devono raccogliere la carta igienica che non può essere buttata nel water. Fondamentale è la presenza di un coperchio che non solo eviterà la diffusione di cattivi odori, ma anche dei batteri; inoltre sarebbe ideale utilizzare un sacchetto di plastica biodegradabile, da cambiare giornalmente. Per igienizzare il bidone stesso utilizzate bicarbonato di sodio misto ad acqua: questa sorta di crema deve essere spalmata sulla superficie interna e lasciata agire, per ottenere una pulizia profonda e la neutralizzazione degli odori.

Il serpente del Medio Oriente

In alcuni Paesi del medio Oriente, tra cui gli Emirati Arabi, si trova molto spesso un tubo abbastanza lungo attaccato al water. Questa specie di doccino viene utilizzato in alternativa alla carta igienica che, secondo l’etichetta della Qadaa al- Haajah, non è buona prassi utilizzare.

Doccino da wc

Come pulire il pavimento del bagno

L’utilizzo di questi tubi causa inevitabilmente dei veri e proprio laghetti d’acqua sul pavimento. Per la pulizia immediata e veloce usate una miscela fai-da-te di un quarto di tazza d’aceto, un cucchiaio di sapone per piatti e due litri d’acqua. Lavate usando questo mix e lasciate asciugare  per un pavimento pulito, lucido e idrorepellente.

A Singapore in bagno si prende la multa

Singapore vanta la reputazione di “Paese più pulito al mondo”. Lo standard elevato di pulizia è garantito da diverse leggi molto severe riguardo l’utilizzo dei bagni pubblici. Ad esempio, la polizia vigila su chi si lava le mani dopo essere stato in bagno: gli smemorati rischiano fino a 150 dollari di multa! Una multa ancora più salata spetta a chi urina nel posto sbagliato: in questo caso la sanzione raggiunge i 500 dollari. Siete avvisati, se vi trovate a Singapore e la Polizia è nelle vicinanze… niente scuse, è vietato non lavarsi le mani!

Singapore multa in bagno

Italia: e tu che sciacquone hai?

Noi siamo più o meno abituati alle idee più creative quando si tratta di tirare l’acqua, ma pensate ai poveri ignari turisti che ad ogni gabinetto si trovano davanti ad una sorta di caccia allo sciacquone… infatti non esiste un’opzione predefinita, a seconda delle zone e dei luoghi lo sciacquone può essere un pulsante sul muro da schiacciare, una sorta di manopola da rubinetto gigante da far girare, una catenella da tirare, un pedale per terra, una leva laterale alla cassetta del water… e chi più ne ha più ne metta!

Come evitare la diffusione di germi quando si fa scendere l’acqua

Diversi studi hanno dimostrato che quando si tira l’acqua, gli schizzi che si creano e librano nell’aria possono sprigionare microbi che si depositano sulle superfici circostanti, fino a 10 metri di distanza (questo comprende lo spazzolino!). Evitate queste spiacevoli diffusioni di microbi ricordandovi di chiudere sempre il coperchio del water quando tirate lo sciacquone e riponete sempre lo spazzolino nella sua custodia.

 

Chiara si occupa di on-line marketing e contenuti, crede che il mondo sia pieno di persone interessanti e di opportunitá di crescita, per questo ama viaggiare e lo fa non appena le è possibile. Sul blog di Helpling vi darà consigli su come pulire ad abbellire la vostra casa, proprio come farebbe se fosse la sua.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling