Giocattoli e pupazzi: ecco come si puliscono nel modo giusto

Giocattoli e pupazzi: ecco come si puliscono nel modo giusto

Quando si vive con bambini piccoli in casa, si fa sempre molta attenzione a disinfettare i ciucci, pulire a fondo e sterilizzare piatti e posate, lavarsi le mani prima di somministrare farmaci, cambiare l’aria nelle stanze, disinfettare il biberon… ma ai giocattoli chi ci pensa? In realtà i nostri piccoli passano molto tempo a contatto con i loro giochi preferiti, a volte li abbracciano, a volte li mettono in bocca dopo che questi sono caduti per terra, e li portano con loro ovunque.

Ecco quindi qualche utile consiglio che vi aiuterà a tenere i giocattoli dei vostri bambini sempre puliti e disinfettati, così che loro possano divertirsi e voi genitori possiate stare tranquilli.

Peluche, pupazzi e giocattoli in tessuto

Bimbo e peluche

Finché i bimbi sono piccoli è sempre meglio non esagerare con i peluche perché la polvere vi si annida molto facilmente. La maggior parte dei piccoli amici pelosi o di pezza si può lavare in lavatrice, per esempio quelli fabbricati con un materiale che è una miscela di cotone o poliestere. Per lo sporco più insistente potete utilizzare del bicarbonato di sodio, strofinato sulle macchie prima di mettere i pupazzi in lavatrice, ed aggiungere 3 cucchiai di aceto bianco durante il risciacquo. Ma come ci si comporta, invece, con i peluche non lavabili? Riponeteli in un sacchetto di plastica e metteteli in freezer per 24 ore: questo semplice accorgimento ucciderà gli acari della polvere.

Giocattoli di plastica

I giocattoli di plastica possono essere lavati con acqua molto calda e un sapone per piatti non aggressivo, assicurandosi di risciacquare a fondo. Una soluzione fai-da-te di acqua e aceto bianco in uno spray può essere usata come alternativa a detersivi o sgrassatori aggressivi: spruzzate i giocattoli con questa lozione, lasciate agire per 15 minuti e infine rimuovete i residui di aceto. Un’altra alternativa è quella di mischiare dell’acqua con qualche cucchiaio di bicarbonato di sodio: usate un panno pulito imbevuto di questa soluzione per pulire i giocattoli di plastica o in legno. I giocattoli più piccoli possono anche andare in lavatrice: metteteli in un sacchetto di spugna, fate un lavaggio a una bassa temperatura e con centrifuga non troppo forte.

Giocattoli che si mettono in bocca

Giochi per i dentini

I giocattoli che i bimbi mettono in bocca quando stanno crescendo i dentini devono ovviamente essere disinfettati e sterilizzati il più possibile. Il modo più semplice è quello di far bollire dell’acqua e lasciare i giocattoli per una decina di minuti. Una volta rimossi, assicuratevi di lasciarli raffreddare adeguatamente prima di riconsegnarli ai vostri bambini. Quelli che non possono essere messi nell’acqua bollente, vanno puliti e disinfettati accuratamente con acqua e aceto, senza dimenticare di risciacquare molto bene: un residuo del sapore di aceto potrebbe essere molto fastidioso per i più piccoli. È anche possibile utilizzare una soluzione di candeggina e acqua: se la candeggina è diluita in modo appropriato (1 cucchiaio per 1 litro d’acqua), è atossica e sicura, poiché il cloro evapora velocemente. Ricordate anche che la candeggina sterilizza ma non pulisce, quindi è importante rimuovere lo sporco prima di usare la lozione sterilizzante.

Giulia si occupa di contenuti e social media e ama parlare con ogni tipo di persona per scoprire curiosità e piccoli trucchi che possano aiutare a migliorare la vita di tutti i giorni. Sul blog di Helpling vi racconterà quello che impara dalle persone che incontra e vi darà consigli per gestire al meglio la vostra casa e i vostri oggetti preferiti.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling