La nostra infallibile guida per rimuovere le macchie di caffè

La nostra infallibile guida per rimuovere le macchie di caffè

Basta una piccola disattenzione per combinare un pasticcio: senza quasi neanche accorgersene, si urta la tazza e… tac! Una bella macchia di caffè ricopre il documento che avevate appena stampato in ufficio o, ancora peggio, la camicia bianca appena indossata. Una piccola disavventura come questa può succedere a tutti, è per questo che qui ad Helpling, visto che di pulizie ce ne intendiamo,  abbiamo deciso di mettere alla prova per voi alcune tecniche “artigianali” per rimuovere le macchie di caffè.

Abbiamo provato un po’ di tutto, dall’aceto ai tuorli d’uovo, e alla fine abbiamo scoperto il metodo più efficace! Ecco una piccola guida che spiega le diverse tecniche provate, per capire cosa fa al caso vostro…

Aceto di mele

L’aceto di mele, mischiato con acqua distillata, può essere ideale per rimuovere le macchie di caffè. Basta creare una miscela con acqua distillata e aceto e imbottigliare tutto in uno
spruzzino, in modo da spruzzare solo la zona interessata. Infine strofinare un po’ tra le mani, dopo aver lasciato agire per almeno 10 minuti, in modo da rimuovere la macchia completamente. Se si tratta di un capo delicato, in lana o in seta, è meglio non strofinare perché questo potrebbe rovinare il tessuto: meglio lasciare in ammollo per tutta la notte in una bacinella con acqua calda e due tazze di aceto. Il giorno dopo la macchia sarà sparita!

Glicerina

La glicerina è ideale per rimuovere le macchie più incrostate, ad esempio se la macchia di caffè é piuttosto vecchia e si trova su un capo di cotone, si può provare con la glicerina, tamponando, e poi con un po’ di ammoniaca con alcol. Se la macchia di caffè è finita sul materasso (ah, il piacere della colazione a letto), si può provare con una soluzione naturale di glicerina, 2 cucchiai di sapone di marsiglia grattugiato, 2 cucchiai di bicarbonato e 1 bicchiere di aceto bianco, il tutto mischiato in acqua.

Rimuovere macchia di caffé dal tappeto

Questo metodo non è solo efficace sul materasso, ma anche su tappeti ed altre superfici abbastanza resistenti.

Detersivo per piatti

Ma ecco il nostro metodo preferito ed il più efficace: bastano acqua e detersivo per piatti! Il detersivo si può anche fare in casa, con la facile ricetta di Tiziana. Questo metodo funziona particolarmente bene per le macchie di piccole dimensioni. Se sulla vostra maglietta o sui pantaloni è finita un’intera tazza, forse vi conviene considerare l’ipotesi di buttarli e darvi allo shopping (e prendervi anche qualche ora di permesso per alleggerire lo stress!).

Ecco come si toglie una macchia di caffè dai vestiti

Piccola macchia di caffé

Cosa serve:

  • Acqua
  • Sapone per piatti

Fase 1: Via la camicia!

Togli la camicia o i pantaloni macchiati (sperando che la biancheria intima non sia stata intaccata, altrimenti gli sguardi dei colleghi potrebbero superare la sorpresa!).

Fase 2: Sotto l’acqua fredda!

Mettere macchia sotto l'acqua

Sciacqua l’indumento sotto il rubinetto, tenendo la parte macchiata sotto l’acqua fredda.

Fase 3: Detergente

Metti qualche goccia di sapone per i piatti in una ciotola con acqua fredda e mescola bene.

Fase 4: Rimuovere la macchia

Rimuovere macchia di caffé con sapone per piatti

Intingi nella ciotola la porzione di tessuto sporca e strofina delicatamente per sciogliere la macchia.

Fase 5: Risciacquare

Sciacqua con attenzione il detergente dal tessuto.
La macchia è ancora visibile? Ripeti il passaggio 4.
Lo sporco se ne è andato (o quasi) e sei soddisfatto del risultato? Passa al punto 6.

Passo 6: Strizzare

Strizza la parte umida e appendi la camicia o la maglietta ad asciugare oppure… indossala direttamente!

Rimuovere macchia di caffé
PRONTA!

Ed ecco cosa è meglio evitare…

macchia di caffé con limone o tuorlo

Abbiamo tentato anche con altri “rimedi della nonna”, ma non hanno proprio funzionato, quindi… non provateci! Rimuovendo una macchia di caffè con il tuorlo d’uovo o con il succo di limone, purtroppo, non sempre si ottengono i risultati desiderati. Se poi avete rovesciato un caffè macchiato, diventa ancora più difficile sbarazzarsi della macchia, a causa della presenza del latte. Quello che possiamo consigliare per questo tipo di sporco è di utilizzare un detergente che contenga enzimi.

Cosa fate voi, invece, quando vi trovate con una macchia di caffè al lavoro? Avete qualche buon consiglio? Condividetelo con noi nei commenti!

Siete curiosi di saperne di più sul servizio di Helpling? Visitate il nostro sito  e prenotate la vostra colf!

Chiara si occupa di on-line marketing e contenuti, crede che il mondo sia pieno di persone interessanti e di opportunitá di crescita, per questo ama viaggiare e lo fa non appena le è possibile. Sul blog di Helpling vi darà consigli su come pulire ad abbellire la vostra casa, proprio come farebbe se fosse la sua.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling