7 metodi geniali per pulire gli oggetti in argento

7 metodi geniali per pulire gli oggetti in argento

I vostri gioielli in argento o le posate sembrano appannati, anneriti, ossidati? Il tempo e l’usura anneriscono i gioielli in argento, così come le posate ed altri oggetti di questo materiale. Fortunatamente esiste il modo di farli tornare splendenti, bastano pochi accorgimenti ed ingredienti: innanzi tutto vi consigliamo di munirvi di un panno morbido, preferibilmente di camoscio, e di uno spazzolino altrettanto morbido; questi vi faciliteranno nella pulizia di interstizi o di eventuali pietre. In commercio esistono numerosi prodotti specifici per la pulizia e la lucidatura dell’argento, ma, come spesso accade, questi prodotti possono rivelarsi costosi e dannosi per l’ambiente. Per questo motivo è sempre meglio affidarsi ai prodotti naturali che si trovano in casa. Ecco i nostri metodi preferiti:

1. Il limone

Oltre ad essere un ottimo rimedio contro i cattivi odori e l’alleato ideale per pulire il forno, il limone può essere utilizzato per pulire i vostri gioielli in argento, o le posate. Prendete il succo di limone e versatelo direttamente sugli oggetti da pulire, e poi strofinate con un panno di cotone. Per gli interstizi imbevete uno spazzolino da denti nel succo di limone e strofinate delicatamente negli angoli difficili da raggiungere: gradualmente vedrete apparire un colorito verde, si tratta della la parte ossidata che sta sparendo. Quando siete soddisfatti del risultato sciacquate sotto acqua corrente ed asciugate con un panno asciutto e pulito.

Limone per pulire l'argento

2. L’aceto bianco

Questo rimedio naturale perfetto per la pulizia delle finestre può anche essere utilizzato per la pulizia di gioielli e altri oggetti in argento. Questo metodo richiede tempistiche leggermente più lunghe: potete aggiungere due cucchiaini di aceto in un contenitore con acqua calda, immergervi gli oggetti che dovete pulire e lasciare agire per almeno mezz’ora. In alternativa potete versare l’aceto direttamente su di un panno e utilizzarlo per lucidare l’argento. Come sempre lo spazzolino può essere utile per interstizi e angoli.

Usare uno spazzolino per pulire l'argento

3. La birra

La birra, così come la coca cola, può essere molto efficace per pulire gli oggetti in argento che risultano ossidati. Riempite una ciotola (o meglio, un boccale!) con della birra e di nuovo, lasciate la vostra argenteria a risposare per una notte. Il mattino dopo risciacquate bene il tutto, se non volete avete avere delle posate che lasciano un sapore di birra in bocca. Tiziana usa la birra anche per ridare un po’ di tono ai mobili in legno o per dar da bere alle piante… ecco qui tutti gli altri consigli per pulire con la birra!

Pulire l'argento con la birra

4. Il dentifricio

Il dentifricio può essere usato, oltre che per la pulizia dei denti, anche per alcuni piccoli accorgimenti domestici, tra i quali appunto la pulizia di argenteria e gioielli. Dovete cospargere il dentifricio su tutta la superficie interessata, per farlo potete usare un panno o uno spazzolino da denti o addirittura il vostro dito per far sì che ricopriate completamente l’oggetto in argento. Strofinate delicatamente e vedrete pian piano sparire il nero/verde causato dall’ossidazione.

Pulire argento con dentifricio

5. La cenere da sigaretta o legno

Per quanto possa sembrare strano, la cenere può davvero essere la soluzione al vostro problema dell’argenteria ossidata. Prima di cominciare con l’operazione, setacciate la cenere per eliminare piccoli frammenti di legna o altro materiale, a seconda della provenienza della cenere. Aggiungete dell’acqua per ottenere un impasto piuttosto morbido ed usatelo per strofinare gli oggetti interessati. In alternativa va bene anche un batuffolo di cotone, al quale oltre alla soluzione con la cenere potete aggiungere un po’ di succo di limone. Alla fine, sciacquate ed asciugate con cura.

6. Giocare al piccolo chimico: il sale

Per le macchie più insistenti ci viene in aiuto ancora una volta il sale, e questa volta utilizzeremo una vera e propria reazione chimica per pulire l’argento! Innanzitutto dovete prendere un recipiente e ricoprirlo con carta alluminio. Mettete dell’acqua a bollire e cospargete poi l’interno del recipiente con sale grosso (un cucchiaino per ogni litro d’acqua), adagiatevi gli oggetti che volete pulire e poi riempite il recipiente con l’acqua bollente: sciogliendosi il sale innescherà il cosiddetto fenomeno dell’elettrolisi. L’ossido (il nero che vedete sulle posate) viene eliminato grazie alla reazione dell’alluminio con la soluzione salina.

7. Il bicarbonato di sodio

Ovviamente tra tutti questi rimedi non poteva mancare il nostro caro bicarbonato di sodio! Potete utilizzarlo come nel metodo precedente al posto del sale, oppure creare un impasto abbastanza consistente da utilizzare per strofinate le vostre posate ed i vostri gioielli, usando un panno morbido o uno spazzolino.Potete anche in questo caso lasciare agire il composto per un paio d’ore ed alla fine risciacquate a fondo.

Pulire posate d'argento con bicarbonato

E voi? Come pulite i vostri gioielli e gli oggetti in argento? Se abbiamo dimenticato qualche rimedio infallibile, condividetelo con noi nei commenti qui sotto!

Chiara si occupa di on-line marketing e contenuti, crede che il mondo sia pieno di persone interessanti e di opportunitá di crescita, per questo ama viaggiare e lo fa non appena le è possibile. Sul blog di Helpling vi darà consigli su come pulire ad abbellire la vostra casa, proprio come farebbe se fosse la sua.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling