5 metodi infallibili per pulire i tappeti

5 metodi infallibili per pulire i tappeti

Chi non ama un buon tappeto? Oltre a rivelarsi un ottimo accessorio per arredare senza essere troppo invasivo, d’inverno aiuta anche a risparmiare un po’ sul riscaldamento, rendendo gli ambienti caldi ed accoglienti. L’unico problema dei tappeti è, come potevate immaginare, la loro pulizia e manutenzione: capelli, polvere e peli possono accumularsi nella trama del tappeto, scatenando allergie e favorendo la formazione di germi e batteri.

Se possedete stanze con moquette questo problema si fa ancora più “grave”, trattandosi di superfici ancora più ampie ricoperte da un ricettacolo di polvere e batteri: non è però necessario ricorrere ad una pulizia professionale a tutti i costi. Con i nostri consigli infatti, potrete tenere il tappeto pulito ed in ordine, rimuovendo anche le macchie più ostinate, utilizzando ingredienti che avete in casa.

Prima di iniziare: 5 cose da sapere

  • Mai strofinare. È importante agire per tempo (cioè il prima possibile) sulla macchia per rimuoverla efficacemente, ma strofinare la macchia cercando di “cancellarla” peggiorerà la situazione, facendo penetrare la macchia ancora più in profondità.
  • Tamponare è la scelta più appropriata. Versate un po’ di acqua tiepida sulla macchia e tamponate con un panno pulito o uno straccio. Ripetete l’operazione dall’esterno verso l’interno e cambiate il panno regolarmente, una volta sporco.
  • Il rimedio che non pensavi: lo shampoo! Se tamponare con l’acqua non è abbastanza, è necessario ricorrere alle maniere “forti”… provate con lo shampoo! Lo shampoo o una di quelle mousse per la pulizia del tappeto sono di sicuro più economiche di un servizio professionale vero e proprio, ma possono aiutare ad ottenere buoni risultati.
  • Pianifica in anticipo. Alcuni detergenti hanno bisogno di “riposare” alcune ore per agire correttamente, quindi assicuratevi di avere abbastanza tempo per lasciare il prodotto detergente in azione. Informate inoltre i coinquilini e gli altri membri della famiglia della pulizia in azione, così sapranno di dover evitare la stanza con la moquette o che non potranno camminare sul tappeto in questione.  
  • Testare il prodotto. Verificate sempre che il detergente che state usando non sia troppo aggressivo: utilizzatene una piccola parte su di una zona “nascosta”, ad esempio in un angolo o sulla parte di tappeto che poi viene coperta dal divano o dal tavolo. Assicuratevi che il prodotto non alteri i colori o il tessuto.

Pulire il tappeto con ingredienti naturali

Molti dei prodotti che si hanno in casa sono anche sostanze detergenti che possono aiutare a pulire. L’abbiamo già visto con il forno, il frigo, l’argento… ovviamente molte di queste sostanze vanno benissimo anche per la pulizia dei tappeti. Siete pronti? Ecco qui la nostra lista:

1. Sale

Il sale è la soluzione ideale per le macchie di vino rosso: cospargete di sale la macchia e lasciate agire. Quando anche il sale si è colorato di rosso, iniziate a tamponare con un panno (anch’esso imbevuto con acqua e sale) e ripetete il procedimento, fino a quando la macchia non svanisce. Se la macchia di vino rosso è già secca, si può lavare via… con il vino bianco! Mischiatene un po’ con dell’acqua e usate la miscela per lavare via la macchia rossa.

2. Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato è una soluzione naturale versatile ed incredibile da usare contro diversi tipi di sporco e macchie (è anche ideale per neutralizzare i cattivi odori, in bagno o nel cestino della spazzatura). Per usarlo su tappeti macchiati, cospargete la macchia con bicarbonato e poi versateci sopra un po’ di acqua tiepida (non esagerate, potrebbe essere controproducente) ed iniziate a tamponare delicatamente. Ripetete l’operazione cambiando il panno che usate per tamponare, fino a quando la macchia non sarà svanita completamente.

3. Limone

Anche il succo di limone è un ottimo agente per rimuovere macchie e disinfettare, a volte è sufficiente qualche goccia, o aggiungendo la buccia ai vostri detergenti naturali, ne intensificherete l’efficacia. La sua azione è molto simile all’effetto della candeggina, per questo motivo potete usarlo solo su superfici bianche o chiare.

4. Schiuma da barba

Che ci crediate o no, la schiuma da barba può essere un’ottima ed economica alternativa alle mousse ed ai detergenti specifici per tappeti. L’importante è controllare che si tratti di un tipo di schiuma incolore e senza additivi. Per trattare la macchia, cospargetela con la schiuma da barba e lasciate agire per circa 20 minuti, quindi pulite ciò che rimane con una spugna, e poi tamponate delicatamente con un panno umido.

5. La pulizia a vapore

Mentre gli ingredienti naturali ed i rimedi fai da te sono l’ideale per rimuovere macchie insistenti, investire in un buon pulitore a vapore può sicuramente essere una buona idea se siete amanti dei tappeti o avete la moquette in diverse stanze.

Mentre i rimedi fatti in casa sono ideali per singoli punti e particolari zone, un pulitore a vapore è un saggio investimento perché dà la possibilità di pulire il tappeto in modo “generico”, tutte le volte che si vuole. Assicuratevi di pulire il tappeto almeno ogni sei mesi, ma questo potrebbe non essere sufficiente se avete animali domestici o una famiglia numerosa (ovvero: disordinata). 

Ecco quindi  i nostri pratici e utili suggerimenti di pulizia della moquette. E voi cosa fate per per pulire i tappeti? Fateci sapere nella sezione dei commenti qui sotto!

Chiara si occupa di on-line marketing e contenuti, crede che il mondo sia pieno di persone interessanti e di opportunitá di crescita, per questo ama viaggiare e lo fa non appena le è possibile. Sul blog di Helpling vi darà consigli su come pulire ad abbellire la vostra casa, proprio come farebbe se fosse la sua.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling