“La cosa più bella del mio lavoro? Quando il cliente si fida di me”: Iseli ci racconta la sua storia

“La cosa più bella del mio lavoro? Quando il cliente si fida di me”: Iseli ci racconta la sua storia

Iseli è originario del Cairo e vive in Italia ormai da 14 anni. Qui non solo ha trovato moglie, ma anche una stabilità economica grazie ad Helpling.

Iseli, da dove vieni?

Sono originario del Cairo, in Egitto, ma vivo in Italia da ormai 14 anni. Ho un ricordo vivido e positivo della mia città natale: è un posto turistico e molto vivo, si parla arabo ma la maggior parte delle persone sa anche l’inglese.

Cosa ti ha portato fin qui?

Ho studiato al Cairo alla scuola elementare e media ma poi non ho finito il liceo – in Egitto il servizio militare è obbligatorio da quando si hanno 16 anni e io a quell’età non lo volevo fare. Così ho deciso di trasferirmi a Milano, dove vivevano già i miei zii, anche se non è stato facile: non potrò tornare a casa fino a quando avrò 30 anni, che è l’età in cui finisce l’obbligo del servizio militare – non vedo la mia famiglia da quando sono partito, a parte incontrare mio fratello minore ad Oslo.

Dev’essere dura!

Sì, non è facile, forse tornando indietro farei il servizio militare ma sono anche consapevole della scelta che ho fatto. Inoltre ho anche trovato l’amore in Italia: sono sposato dal 2012, mia moglie è russa e ci siamo conosciuti qui, ora viviamo insieme a Cologno Monzese. Amo la mia casa e il paese dove vivo: mi piace la tranquillità della provincia e la precisione dei milanesi.

Iseli con la scopa

Hai sempre fatto l’addetto alle pulizie?

Ho viaggiato molto per tutta l’Italia durante i miei primi anni qui, da Milano a Bologna a Napoli: sono sempre stato pieno di buona volontà e sono un tuttofare, mi sono quindi dedicato ai lavoretti più svariati, dal fruttivendolo al contadino al montatore di mobili. Poi ho iniziato a fare le pulizie all’ospedale San Raffaele per qualche anno.

E quindi sei approdato ad Helpling…

Il settore delle pulizie mi piaceva, così mi sono messo a cercare lavoro come collaboratore domestico su internet, e mi sono imbattuto in Helpling. Ho avuto “l’onore” di fare il colloquio direttamente con Alberto (Cartasegna, co-founder e primo managing director di Helpling Italia), sono uno dei primi che è stato “reclutato” e l’idea mi aveva affascinato ed incuriosito da subito. Avevo già la Partita Iva ed esperienza nel campo, quindi è stato facile entrare nel team.

Com’è stata la tua prima esperienza?

Non sapevo bene cosa aspettarmi, questo tipo di azienda e il modo di lavorare erano completamente nuovi per me; all’inizio, non lo nascondo, ero quasi scettico. Poi le richieste di lavoro hanno continuato ad aumentare ed ora raggiungo anche quaranta ore settimanali. Dal punto di vista pratico non ho avuto problemi: durante la mia esperienza al San Raffaele ho imparato molto e quindi ero preparato su tutto.

Cosa ti piace di Helpling?

Ho potuto partecipare alla crescita della startup, vedendo gli appuntamenti aumentare e la piattaforma funzionare. La cosa che mi piace di più è vedere i clienti contenti del mio lavoro, la loro faccia compiaciuta mi da tanta soddisfazione e voglia di lavorare ancora di più.

Iseli primo piano

E cosa non ti piace invece?

A volte il mio italiano non perfetto scatena lo scetticismo dei clienti, ma poi passa!

Il cliente perfetto?

Mi piace quando il cliente mi da fiducia. Non sono una persona di molte parole e mi piace concentrarmi sul mio lavoro: il cliente deve essere innanzi tutto soddisfatto della pulizia, prima che di me come persona. Sono uno molto preciso, se serve uso anche tre prodotti diversi per pulire una finestra o uno specchio!

Progetti per il futuro?

Di sicuro continuare la mia avventura con Helpling per molto tempo ancora. Io e mia moglie stiamo anche pensando all’eventualità di avere dei figli… nel frattempo voglio riuscire a concedermi una vacanza e tornare in Egitto per un mese e riabbracciare la mia famiglia.

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle storie di Helpling? Segui la sezione dedicata sul blog!

Chiara si occupa di on-line marketing e contenuti, crede che il mondo sia pieno di persone interessanti e di opportunitá di crescita, per questo ama viaggiare e lo fa non appena le è possibile. Sul blog di Helpling vi darà consigli su come pulire ad abbellire la vostra casa, proprio come farebbe se fosse la sua.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling