19 piccoli trucchi per mantenere la frutta fresca più a lungo

19 piccoli trucchi per mantenere la frutta fresca più a lungo

Al supermercato o dal fruttivendolo è impossibile resistere alla tentazione dei colori sgargianti e del profumo dolce della frutta, e spesso ci si ritrova a fare scorte di queste delizie. Il problema è che molte volte è difficile che la frutta duri a lungo, e ci si ritrova a dover buttare via alcuni prodotti che marciscono prima del tempo.

Si calcola che in media ogni famiglia butti via quasi un quarto della frutta che acquista: Helpling vuole aiutarvi ad evitare questo spreco di cibo e soldi, dandovi 20 suggerimenti per mantenere la frutta più a lungo.

1. Informatevi sull’etilene

L’etilene è un gas prodotto da tutta la frutta e la verdura, e può accelerare la maturazione di alcuni prodotti. Riconoscere quali frutti producono etilene e quali prodotti invece vi sono più sensibili vi aiuterà a ordinare e riporre la frutta nella maniera più corretta e facendo sì che duri più a lungo.

2. Fate maturare la frutta più velocemente

Se avete bisogno di una particolare frutta in un determinato giorno ma non é ancora pronta, non compratene dell’altra: sfruttate le vostre conoscenze sull’etilene per far maturare quello che vi serve più velocemente. Basta mettere il frutto che desiderate vicino ad un altro che produce etilene, e questo lo fará maturare più rapidamente. Se siete alle prime armi, fatevi aiutare da questo schema:

3. Non mischiate

Frutta e verdura non dovrebbero essere mischiate, specialmente durante la conservazione. Tenerle in cassetti separati aiuterà ad arrestare l’azione dell’etilene evitando di rovinare i vostri prodotti.

4. Tenete gli agrumi a temperature fredde

Allungate la vita di arance, mandarini, limoni e lime tenendoli in frigo. Questi durerebbero anche più di una settimana se conservati  in un luogo fresco e buio, lontano dalla luce solare diretta; riponendoli in frigorifero durano ancora di più. Assicuratevi di conservarli sciolti, piuttosto che in contenitori sigillati.

agrumi

5. Girate l’ ananas a testa in giù

Mantenete l’ ananas fresco più a lungo, tagliando la parte superiore e riponendolo poi a testa in giù. Questo aiuta a ridistribuire gli zuccheri in tutto il frutto e mantiene il gusto tropicale fresco più a lungo.

05_Pinapples

6. Non lavate l’uva

Non lavate l’ uva fino a quando avete intenzione di mangiarla: l’umidità in eccesso incoraggerebbe la crescita di muffe.

uva

7. Fate il bagno a bacche e frutti di bosco

Invece di lavare bacche sotto l’acqua fredda, fate loro un bagno caldo. Per uccidere le spore della muffa, immergetele in una pentola di acqua calda (circa 50 gradi) e mescolate per 30 secondi. Fate poi asciugare all’aria aperta su fogli di carta assorbente.

Lamponi

8. Mettete la frutta matura in frigorifero

Alcuni frutti devono essere lasciati a temperatura ambiente per maturare. Tuttavia, una volta che sono maturi, teneteli in frigorifero, se non avete intenzione di mangiarli subito. Questo dovrebbe rallentare la maturazione fino a quando non desiderate consumarli.

9. Coprite la frutta tagliata

Avete sbucciato la mela ma non avete voglia di mangiarla tutta subito? Esistono in commercio dei copri-frutta speciali progettati per mantenere la frutta e la verdura fresca più a lungo. Si adattano alla forma del frutto o della verdura in questione, così che non dovrete per forza consumare tutto il cibo in un giorno solo ed evitare inutili sprechi. Lo stesso vale per quando portate la frutta in ufficio – potete usare dei contenitori di plastica che hanno la stessa forma del frutto in questione.

Porta frutta

10. Rinfrescate lattuga ed erbe

I prodotti verde chiaro come la lattuga e le erbe possono iniziare ad appassire o ingiallire in frigo. Ma non disperate: per rimetterli in sesto basta metterli in una ciotola con acqua ghiacciata per un paio di minuti.

11. A volte è meglio evitare il frigo

Patate, cipolle e pomodori non devono essere conservati in frigorifero, dato che il freddo ne rovina il sapore. Invece, teneteli in un luogo fresco e asciutto: le patate dureranno ancora di più se conservate in un luogo buio.

Patate cipolle e pomodori

12. Le verdure a foglie verdi

Utilizzate contenitori di plastica per mantenere le vostre insalate e le altre verdure a foglia dolci e fresche. Conservando le verdure con foglie delicate in contenitori appositi, non solo mantenete la freschezza più a lungo ma le proteggete anche evitando di schiacciarle.

Verdure a foglia verde

13. Date l’acqua alle erbe

Per mantenere le erbe fresche più a lungo usate questo trucco: tagliate gli steli e immergetele in un bicchiere d’acqua in frigo. Questo renderà più semplice dar loro da bere costantemente, come a dei fiori freschi in un vaso, facendole durare di più.

Conservare erbe in frigo

14. La carta stagnola

Avvolgetela intorno al sedano per conservarlo in frigo: questa tecnica lo manterrà fresco e croccante.

15. Prendetevi cura della verdura più delicata

Alcuni tipi di prodotti iniziano a deperirsi non appena raccolti, come ad esempio carote e broccoli. Metteteli in sacchetti di plastica separati in frigorifero e assicuratevi che siano asciutti, dato che l’umidità li fa marcire ancora più velocemente.

Carote e broccoli

16. Proteggete i cibi sani

Se trovate qualche cibo avariato, gettatelo subito nel cestino dei rifiuti umidi o nel compost. Se lasciato accanto ad altra frutta e verdura fresca, le danneggerà velocemente. Assicuratevi inoltre di pulire il frigorifero regolarmente, per evitare che residui di cibo danneggino la frutta fresca o si formino germi.

17. Non siate distratti!

L’ abbiamo fatto tutti: si taglia un frutto o una verdura con le migliori intenzioni, poi si decide di non consumarlo immediatamente e alla fine si dimentica in qualche angolo del frigo. Cercate di non farlo! Se mettete la frutta tagliata in contenitori di plastica, lasciateli davanti in bella vista, così non ve ne dimenticherete!

Tupperware

18. Siate realistici

Cercate di fare un piano a inizio settimana per decidere di quanta frutta avete bisogno. È sempre meglio andare al supermercato una volta in più, piuttosto che trovarvi a buttare via frutta in eccesso andata a male.

19. Risparmiate tempo

Per fare una macedonia, tagliate la frutta all’inizio della settimana e conservatela in un contenitore di plastica pieno d’acqua, facendo attenzione che la frutta sia completamente sommersa. L’acqua impedirà alla frutta di diventare marrone troppo in fretta. Quando tornate dall’ufficio e volete fare uno spuntino veloce e leggero, non dovete far altro che attingere da questo contenitore.

Sa alla fine della settimana sono rimasti avanzi di frutta, basta aggiungere del rhum e fare un fresco punch, da condividere con gli amici al venerdì o al sabato sera.

Avete qualche consiglio infallibile che ci siamo dimenticati? Condividetelo con noi nella sezione dei commenti!

Chiara si occupa di on-line marketing e contenuti, crede che il mondo sia pieno di persone interessanti e di opportunitá di crescita, per questo ama viaggiare e lo fa non appena le è possibile. Sul blog di Helpling vi darà consigli su come pulire ad abbellire la vostra casa, proprio come farebbe se fosse la sua.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling