Disinfettare la casa per prevenire il raffreddore

Disinfettare la casa per prevenire il raffreddore

Ciao amici ed amiche,

per quanto l’inverno possa essere affascinante per molti, un’inevitabile problema che si accompagna a questa stagione è il proliferare delle influenze virali. Uno dei modi per prevenire è quello di mantenere una casa sempre disinfettata, così da ridurre al minimo il proliferare di germi e batteri. Come? Ecco i miei consigli!

maniLe mani prima di tutto

Quando si é fuori, per strada, a lavoro, a fare la spesa, si accumulano un sacco di germi. Per evitare di spargerli in casa la prima cosa che dovete fare è lavarvi le mani accuratamente, non appena entrate in casa. Potete anche creare dei disinfettanti per mani fai-da-te da portare sempre con voi: dovete solo procurarvi 100 ml di aloe vera (rinomata per le sue qualità emollienti), 10 gocce di olio essenziale di tea tree (dalle note proprietà antibatteriche) e 10 gocce di olio essenziale alla lavanda per profumare la lozione e mescolare il tutto in una bottiglietta da borsa con spruzzino.

Disinfettate il bucato

Lo sapevate che in un carico di biancheria sporca si annidano fino a 100 milioni di batteri? Per disinfettare il bucato, un ottimo modo è quello di lavare ad alte temperature, ma si sa, questo non è sempre possibile. In alternativa potete usare il percarbonato di sodio, un disinfettante sostitutivo della candeggina, meno aggressivo e considerato più ecologico.

Attenzione al cibo

frutta

Ricordatevi sempre di lavare bene le mani prima di maneggiare il cibo, e anche di lavare molto bene sia frutta che verdura, per eliminare eventuali residui di terriccio. Ricordatevi anche di tenere taglieri e coltelli sempre puliti e per un’ulteriore disinfezione aggiungete all’acqua che usate per lavare frutta a verdura un goccio di aceto, di bicarbonato o di succo di limone.

Un occhio di riguardo per i piccini

Biberon

La disinfezione degli oggetti dei bebè è importantissima: pulite sempre i biberon dopo la pappa, così da non lasciare residui di cibo. Il metodo più conosciuto e comodo per sterilizzare vari ciucci è immergerli in un pentolino di acqua bollente per cinque minuti. Anche i giocattoli andrebbero puliti ed igienizzati regolarmente per i giocattoli di plastica o altri piccoli oggetti di uso quotidiano potete utilizzare acqua ossigenata al 3%, imbevendo un batuffolo di cotone e strofinando le superfici interessate.

Aria e ambiente

600x400_IT_Tiziana's post _finestra

Gli ambienti chiusi possono essere veicolo di trasmissione di germi patogeni, soprattutto se una persona infetta si trova in casa. Ovviamente il rimedio più ovvio ma anche più importante è dar aria alle stanze, anche più volte al giorno se necessario. Certo con l’aria frizzantina che tira fuori, non è sempre piacevole, ma di sicuro questo limiterà il rischio di trasmissione dei germi e di contagio.

I luoghi toccati da tutti

Cercate, nei periodi dove il rischio contagio è più alto, di pulire ancora più di frequente quelle superfici che vengono esposte al contatto di più mani, dalla maniglia del frigo, ai rubinetti, agli asciugamani.

Anche voi avete qualche asso nella manica per disinfettare la casa in vista dell’influenza? Condivideteli con noi nella sezione dei commenti qui sotto!

Chiara si occupa di on-line marketing e contenuti, crede che il mondo sia pieno di persone interessanti e di opportunitá di crescita, per questo ama viaggiare e lo fa non appena le è possibile. Sul blog di Helpling vi darà consigli su come pulire ad abbellire la vostra casa, proprio come farebbe se fosse la sua.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling