Piatti da lavare? Con questi consigli è un gioco da ragazzi!

Piatti da lavare? Con questi consigli è un gioco da ragazzi!

In ogni casa c’è una faccenda che tutti preferiscono rimandare il più a lungo possibile: lavare i piatti. E quando non si può più aspettare, ci si chiede sempre “perché non ho iniziato prima?”. In realtà, lavare i piatti non è affatto un brutto lavoro: con gli strumenti giusti e alcuni consigli intelligenti, te ne puoi liberare in molto meno tempo di quanto ti aspettassi. La tua playlist preferita è pronta a partire? Spugna e detersivo sono a portata di mano? Si inizia!

Scegli gli strumenti giusti

Spazzola per i piatti, spugna, strofinaccio, scolapiatti e paglietta: c’è tutto! Ma lo sapevi che ogni strumento ha un suo preciso scopo? Utilizza la spazzola per rimuovere il primo strato di residui dalle stoviglie. Spesso questi spazzolini hanno anche una parte più rigida che può grattare lo sporco più ostinato. Con una spugna imbevuta di detersivo per i piatti puoi eliminare il grasso o lo sporco più leggero. La paglietta di metallo è perfetta per gli avanzi di cibo bruciati o più incrostati, ma attenzione: può danneggiare gli oggetti e non deve mai essere usata sulle pentole antiaderenti!

prodotti di pulizia

Importante: pulisci bene tutti gli strumenti dopo ogni lavaggio e assicurati di cambiarli ogni pochi mesi. Deposita piatti e bicchieri ad asciugare sullo scolapiatti o asciuga ogni pezzo con uno strofinaccio di cotone.

Prepara tutto e sei già a metà strada

I piatti si accumulano più rapidamente di quanto pensi. Il primo consiglio dei nostri partner? Lava piatti, posate e padelle subito dopo aver mangiato, in questo modo non dovrai raschiare avanzi di cibo secco! Se le stoviglie sono molto sporche, la cosa migliore da fare è immergerle nell’acqua bollente, in modo che le incrostazioni possano iniziare a sciogliersi. Prima di cominciare il lavaggio, però, assicurati di aver rimosso tutti i resti di cibo dal lavello e che la vasca sia ben pulita.

scarico lavandino da pulire

Per evitare che le gocce d’acqua vadano dappertutto, puoi appoggiare piatti e bicchieri lavati su un panno in microfibra. La microfibra assorbe al meglio l’acqua, lasciando asciutto il piano di lavoro vicino al lavandino. In alternativa poi usare uno scolapiatti o un tappetino in silicone.
A questo punto puoi riempire il lavandino e immergere tutto nell’acqua calda: più alta è la temperatura dell’acqua, più sarà facile rimuovere grasso e sporco.

Ogni cosa al momento giusto!

Lo sapevi che il lavaggio delle stoviglie ha un ordine specifico? Se segui queste semplici indicazioni, i tuoi piatti verranno puliti quanto in una lavastoviglie. Inizia con le posate: sono state a contatto con la bocca ed è meglio rimuoverne i batteri con l’acqua più calda e pulita possibile. Dopo le posate, lava gli altri oggetti che sono stati utilizzati con la bocca, come bicchieri e tazze. A questo punto è il momento di padelle, pentole e piatti.

Detersivo per i piatti

Ma come si può essere sicuri che i piatti siano davvero puliti? E’ semplice: se non senti unto o sporco passando le dita sulle stoviglie e se non vedi alcun residuo sulle superfici! Lascia piatti e bicchieri puliti a sgocciolare sul tappetino o sullo scolapiatti prima di asciugarli. Come ottenere la perfetta asciugatura? Basta utilizzare un canovaccio in lino: questi panni assorbono perfettamente le gocce senza lasciare pelucchi.

Giulia si occupa di contenuti e social media e ama parlare con ogni tipo di persona per scoprire curiosità e piccoli trucchi che possano aiutare a migliorare la vita di tutti i giorni. Sul blog di Helpling vi racconterà quello che impara dalle persone che incontra e vi darà consigli per gestire al meglio la vostra casa e i vostri oggetti preferiti.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling