Macchie di fango? Una semplice guida per rimuoverle senza fatica

Macchie di fango? Una semplice guida per rimuoverle senza fatica

Ormai l’autunno è decisamente inoltrato e le piogge sono diventate sempre più insistenti e fastidiose. Per quanto ci impegniamo a portare sempre con noi un ombrello di “emergenza”, c’è qualcosa da cui non possiamo mai proteggerci del tutto, soprattutto se abbiamo figli o animali che amano correre negli spazi aperti: il fango. Che sia sulle scarpe dei bambini che giocano con le foglie secche, saltellando nel parco, o sull’orlo dei nostri pantaloni, finiti in una pozzanghera mentre camminavamo con gli occhi fissi sullo smartphone, gli schizzi di fango possono colpire tutti noi. La buona notizia è che le macchie di fango non sono impossibili da rimuovere! Ecco i nostri consigli per fare sparire anche le macchie di fango più fastidiose.

Stivali nel fango

1. Fare seccare il fango

È inutile cercare di rimuovere la macchia quando è ancora fresca, è molto più semplice rimuovere fango e terra quando sono essiccati. Anzi! Strofinare la macchia di fango quando è ancora fresca potrebbe addirittura peggiorare la situazione, ingrandendo la macchia stessa.

2. Spazzolare la macchia

Il fango essiccato crea uno strato abbastanza spesso sopra la macchia: questo strato può essere facilmente rimosso quando è secco, con una spazzola apposita o uno spazzolino. Oltre a rendere il risultato finale migliore, questo procedimento protegge la vostra lavatrice dai residui di fango più grossi, che potrebbero danneggiarla.

3. Pre-trattare, sempre

lavare-a-mano

Usate del sapone di marsiglia o un detersivo delicato (meglio ancora se fatto in casa) per strofinare la macchia. Una volta eliminata la parte di fango essiccata, passate sia l’interno che l’esterno dell’indumento con il sapone.

Questo non è necessario se si tratta di un capo in pelle: di solito infatti la macchia viene tranquillamente rimossa spazzolando il fango secco. Se dovesse esserci ancora qualche residuo si può usare una gomma per matita… et voilà: la macchia di fango sul capo in pelle è sparita.

4. Lasciare in ammollo

Soprattutto su materiali come cotone o lino, il fango può entrare più in profondità nel tessuto, rendendo necessario un intervento più lungo per la rimozione della macchia. L’aceto è un ottimo ingrediente per sciogliere le macchie: mischiate un bicchiere di aceto e due cucchiai di sale grosso in una bacinella con acqua calda e immergete i capi macchiati per almeno venti minuti, lasciando agire il composto. Sciacquate e ripetete l’operazione fino a che l’acqua di risciacquo non è più sporca o scura.

La macchia è sul maglioncino di lana? Il rimedio segreto della nonna è il tuorlo d’uovo: mettetene un po’ sulla macchia, lasciate agire e risciacquate con acqua fredda.

5. La lavatrice

mettere-i-vestiti-in-lavatrice

Dopo aver usato l’aceto o il pre-trattamento, potete finalizzare il lavaggio con un classico ciclo in lavatrice. Prima, ovviamente, non dimenticatevi di leggere l’etichetta del vostro indumento!

Ora che sapete come “salvare” i vestiti dagli schizzi di fango, che ne dite di godervi un po’ di svago all’aria aperta? Lasciate che alle pulizie di casa pensi qualcun altro e dedicate un po’ di tempo a voi stessi e ai vostri cuccioli!

Giulia si occupa di contenuti e social media e ama parlare con ogni tipo di persona per scoprire curiosità e piccoli trucchi che possano aiutare a migliorare la vita di tutti i giorni. Sul blog di Helpling vi racconterà quello che impara dalle persone che incontra e vi darà consigli per gestire al meglio la vostra casa e i vostri oggetti preferiti.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling