Piccola guida per pulire gli oggetti indispensabili in vacanza

Piccola guida per pulire gli oggetti indispensabili in vacanza

Finalmente agosto è iniziato ed è tempo di pensare alle vacanze! Mare, sole, spiaggia, brezza che accarezza i capelli e profumo di salsedine sulla pelle! Ma ammettiamolo: a volte, anche nel momento più rilassato dell’anno, ci si ritrova in preda allo stress da sabbia nella borsa o da macchie di crema sugli occhiali da sole. Per evitare il famigerato panico da vacanza, seguite i consigli dei nostri partner per pulire e proteggere tutti gli oggetti indispensabili che potrebbero rovinarsi all’aria aperta.

Occhiali da sole: non usate la maglietta!

Immancabili alleati di ogni vacanza estiva che si rispetti, gli occhiali da sole ci seguono ovunque: in viaggio, sui treni, al bar della spiaggia e sul nostro telo mare. È inevitabile che si sporchino facilmente, tra sabbia, mani sudate e residui di crema, rendendo impossibile vedere attraverso le lenti piene di impronte. Viene spesso automatico pulirli con ciò che si ha sottomano: il lembo dell’asciugamano o la maglietta che si indossa.

Niente di più sbagliato! Non solo le lenti non risulteranno pulite, ma – anzi – si sporcheranno ancora di più, con anche il rischio che vengano graffiate dai residui di sabbia. Il modo più efficace di pulirli è con acqua tiepida, strofinando delicatamente con pollice e indice (puliti!) e aggiungendo, se proprio lo si reputa necessario, un po’ di sapone per piatti.

Occhiali da sole in spiaggia

Prendetevi cura dei costumi da bagno

Il costume da bagno è l’accessorio più importante in vacanza: non potete rischiare di rovinarlo con un lavaggio sbagliato! Per prima cosa: come preservare i colori sgargianti? Come sapete, il sole sbianca anche i bikini più costosi, ma potete mantenerli puliti e vividi, sciacquandoli ogni giorno solo con l’acqua e stendendoli al rovescio, evitando il diretto contatto con la luce del sole. Il lavaggio in lavatrice è consigliato solo una volta all’anno, ovviamente senza centrifuga, prima di rimettere i costumi nell’armadio con i capi estivi. Qui trovate una guida completa all’utilizzo della lavatrice nel modo giusto, leggendo bene tutte le etichette!

Come fare con quelle fastidiose macchie di crema che trasformano il bianco in un giallognolo per niente accattivante? Per questo tipo di pulizia naturalmente non basta un semplice lavaggio a mano o in lavatrice. Per questi aloni l’unica soluzione è pretrattare con del sapone di marsiglia o del detersivo in polvere.

Bikini steso al sole

Telo mare: stop all’ammorbidente!

Usando l’asciugamano da spiaggia praticamente tutti i giorni, è difficile resistere alla tentazione di lavarlo più volte alla settimana durante la vacanza, aggiungendo quel pizzico di ammorbidente che lo rende soffice e profumato quando lo usate. Purtroppo, però, le sostanze contenute nell’ammorbidente creano uno strato simile a una pellicola sopra al tessuto, riducendone la proprietà assorbente.

Molto più indicato, per una pulizia profonda del telo mare da sabbia, salsedine, germi e batteri, è l’utilizzo dell’aceto: mettete l’asciugamano a bagno per un paio d’ore, con 2 o 3 cucchiai di aceto per ogni litro d’acqua, e poi passatelo in lavatrice. Emergenza catrame? Anche se d’istinto si cerca di rimuovere la macchia subito, il modo più semplice per pulirla è di farla prima indurire, ad esempio con dei cubetti di ghiaccio. La parte più grossa può essere, poi, rimossa con un coltello e per il resto si può usare l’olio d’oliva, che scioglie le macchie grasse.

Telo mare steso al sole

No ai graffi sulla macchina fotografica

Amanti della fotografia o no, in estate ci trasformiamo tutti in paparazzi! La macchina fotografica è un accessorio fondamentale in vacanza: ci aiuta a immortalare i momenti più belli da ricordare e i paesaggi più mozzafiato. Spesso, però, ci troviamo a scattare foto al mare, in spiaggia o in discoteca: tutti spazi in cui è difficile preservare il “benessere” della fotocamera!

La cosa da evitare assolutamente è cercare di pulire le lenti della fotocamera mentre si è in spiaggia: i granelli di sabbia possono raschiare la superficie della lente o incastrarsi nelle fessure, col rischio di danneggiare gli elementi più delicati della macchina fotografica! Cercate di soffiare via polvere e sabbia senza usare panni o altri oggetti. Persino il compressore d’aria potrebbe essere troppo aggressivo: usate invece un pennellino a setole morbide per pulire le fessure più nascoste.

Macchina fotografica nella sabbia

Pinne e boccaglio: il trucco anti-appannamento

Per chi ama la vita attiva in spiaggia, pinne, maschera e boccaglio sono oggetti indispensabili per la vacanza. Anche questi hanno bisogno della giusta pulizia e manutenzione, per garantire che durino più a lungo e che non portino con sé batteri e germi.

Per una pulizia approfondita, preparate una bacinella d’acqua con un po’ di detersivo delicato (meglio ancora se fatto in casa) e immergete tutti gli accessori, risciacquando attentamente. Per il fastidioso problema delle lenti che si appannano usate il trucco del dentifricio: cospargete le superfici interessate, lasciate seccare ed infine rimuovetelo sciacquandolo via. Quando poi volete conservare questi oggetti, metteteli in un sacchetto cosparso di borotalco: questo eviterà che la gomma si indurisca o si crepi.

Infradito e ciabatte di gomma? In lavatrice!

Che vacanza sarebbe senza le fantastiche infradito? Forse una delle sensazioni più belle della vacanza è proprio quella di “sciabattare” dalla spiaggia all’albergo e viceversa, senza preoccuparsi di portare con sé un paio di scarpe chiuse. Purtroppo le nostre alleate trasportano diversi tipi di sporcizia e batteri, dai residui di sabbia, allo sporco dell’asfalto, all’occasionale macchia di crema o gelato.

Nonostante la plastica sia abbastanza facile da pulire, il semplice risciacquo alla fontanella di ritorno dalla spiaggia non è sufficiente. Ideale per la pulizia è un batuffolo di cotone con un po’ di latte detergente oppure, per fare ancora più in fretta, mettete le ciabatte in lavatrice a bassa temperatura.

Ciabatte e infradito di gomma

Come combattere i residui di crema solare

La crema da sole si è aperta nella borsa, lasciando una bella macchia unta che non sapete come rimuovere? È inutile ricorrere a smacchianti aggressivi, soprattutto perché le nostre borse da spiaggia sono spesso di materiali delicati o hanno colori vivaci che non vogliamo perdere.

Per le borse di paglia evitate i detergenti: basta il succo di un limone da miscelare con un litro d’acqua ed un po’ di sale. La fodera interna si è macchiata? Provate con il detersivo per piatti: i tensioattivi contenuti nel detersivo sono l’ideale contro il grasso. Come alternativa potete usare una miscela di sale e alcool (4 parti di alcool e una di sale) e strofinare la macchia. Concludete il tutto sciacquando con un panno imbevuto d’acqua.

Borsa da spiaggia

T-shirt: dal cloro al sale, dalle creme al gelato

Avete l’ombrellone, due sedie-sdraio, frutta fresca e gelato: il perfetto spuntino da spiaggia è servito! Ma… la macchia è sempre in agguato: se il gelato dei vostri figli è colato sulla maglietta durante la merenda in spiaggia, non disperate.

I capi che vengono più maltrattati sono proprio quelli dei bambini e, a fine giornata, è quasi difficile riconoscerne il colore originale. Per le macchie di frutta ci viene in soccorso il limone: versate un po’ di succo sulla macchia fresca e rimuoverla sarà molto più semplice. Per le macchie secche potete utilizzare un mix composto da un litro d’acqua, due cucchiai di sale e mezzo limone: strofinate la macchia e poi mettete in lavatrice.

Bambina mangia un gelato

Giochi da spiaggia: sono mai davvero puliti?

Paletta, formine varie, giochi da spiaggia, palloni gonfiabili e braccioli sono solo la base del kit di sopravvivenza con il quale ogni genitore si appresta ad affrontare la vacanza al mare! Questi giochi, a contatto con la sabbia e con l’acqua del mare, non sono mai veramente puliti.

Preparate una bacinella (o, nel caso di più figli, sarà il caso di attrezzarsi con una vasca da bagno!) piena di acqua tiepida e versate una dose abbondante di aceto con due gocce di olio di Tea Tree. Mettete tutti i giochi a mollo per un’oretta e poi risciacquate abbondantemente e fate asciugare all’aria aperta. Per i più pignoli, invece, qui c’è la nostra guida completa alla pulizia dei giocattoli!

Paletta e secchiello

Sdraio, sedie e lettini vari

Una buona sedia o una comoda sdraio non possono proprio mancare nei giorni di mare, ma non sono tutte uguali: alcune hanno lo schienale reclinabile, altre poggiapiedi e braccioli, alcune addirittura si trasformano quasi in amache o lettini. Restando, però, sempre all’aria aperta e a contatto con vento e sabbia, è necessario pulire tutti questi oggetti accuratamente e regolarmente. Le macchie difficili possono essere rimosse con un panno umido, mentre per sedie e lettini di plastica potete usare un detersivo per piatti e poi sciacquare con acqua fredda.

Se è la prima volta che riutilizzate sedie e sdraio dalla scorsa estate, può essere che vi troviate un po’ di muffa. Per rimediare, il modo più semplice è quello ecologico: aceto bianco in un contenitore con diffusore. Con lo spray, applicate questo detergente naturale direttamente sulla zona interessata e lasciate agire per circa 15-20 minuti, rimuovete poi con una spugna o un panno pulito. Ripassate, infine, con acqua calda e qualche goccia di succo di limone o soda per rimuovere eventuali residui.

Sedie sdraio al sole

Siete pronti per le vacanze, quindi? Ricordate: mentre voi siete alle prese con la manutenzione di macchina fotografica, sdraio e occhiali da sole… alle pulizie della vostra casa ci pensano i partner di Helpling!

Giulia si occupa di contenuti e social media e ama parlare con ogni tipo di persona per scoprire curiosità e piccoli trucchi che possano aiutare a migliorare la vita di tutti i giorni. Sul blog di Helpling vi racconterà quello che impara dalle persone che incontra e vi darà consigli per gestire al meglio la vostra casa e i vostri oggetti preferiti.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling