Guida per pulire condizionatore e ventilatore

Guida per pulire condizionatore e ventilatore

Per fortuna esistono ventilatori e condizionatori: a volte le temperature torride dell’estate impediscono davvero di godersi qualche minuto di relax a casa, a causa del caldo. Non solo l’afa impedisce di dormire (qui qualche consiglio per rinfrescarsi durante la notte) ma può anche rendere la casa un vero e proprio forno. Certo chiudere le finestre ed eliminare le luci che emanano calore aiuta, ma spesso l’unico rimedio è munirsi di ventilatori e condizionatori. Affinchè questi durino negli anni però, è necessario fare attenzione alla loro manutenzione e pulirli regolarmente. La sporcizia che si accumula all’interno dei filtri del condizionatore o tra le pale del ventilatore infatti potrebbe non solo danneggiarli e causare mal funzionamento, ma anche essere un pericolo per la salute. Vediamo insieme quindi cosa fare per pulirli nel modo giusto…

Pulizia del ventilatore

ventilatore

I ventilatori sono di sicuro più economici dei condizionatori, e per alcune situazioni possono rivelarsi più pratici, visto che se si tratta di quelli portabili possono essere spostati da una stanza all’altra. Inoltre esistono in commercio ventilatori di ultima generazione, che possono essere impostati elettronicamente per funzionare solo qualche ora (giusto il tempo di addormentarsi), si può regolare la velocitá delle pale, alcuni hanno addirittura un’opzione deumidificante! La polvere che si accumula sulle pale però viene ridiffusa nell’aria ogni volta che accendete il ventilatore: se volete evitare malattie respiratorie, reazioni allergiche eccetera, dovete pulire il ventilatore e le pale regolarmente.

  • Fase 1

Staccate la spina del ventilatore  e posizionatelo in un posto comodo dove potete agevolemente raggiungere diverse parti del ventilatore. Mettetevi a portata di mano un secchio con acqua e sapone, ed un cacciavite per eventualmente smontare alcune parti. Non serve  del detergente particolare, un normale detersivo per piatti va benissimo – qui la ricetta della nostra Tiziana per farlo in casa!

  • Fase 2

Occorre smontare il ventilatore completamente in tutte le sue parti: alcune griglie si smontano semplicemente facendo un po’ di pressione, altre occorre svitarle con il cacciavite. Una volta rimossi i pannelli, svitate anche le pale, potete farlo ruotando in senso orario il perno che le tiene unite, oppure basta rimuoverlo.

  • Fase 3

Una volta rimosse, le pale vanno pulite con sgrassatore o acqua e detergente, se sono fatte di plastica. Potete anche immergerle per alcuni minuti e poi asciugare. Se le lame sono invece in alluminio meglio optare per un panno asciutto ed elettrostatico, per evitare il rischio che si arrugginiscano.

Ventilatore impolverato

  • Fase 4

Dopo aver rimesso a posto le pale, procedete con il piedistallo e la parte portante del ventilatore – basta sempre un panno umido ed un agente pulente.

In alcuni casi potrebbe essere necessario completare l’operazione con del lubrificante, per fare in modo che il meccanismo delle pale continui a funzionare correttamente. Inoltre, se non volete smontare completamente il ventilatore, potete semplicemente usare dell’aria compressa o il beccuccio dell’aspirapolvere, per rimuovere la polvere in eccesso.

Il consiglio in più: se usate uno di quei ventilatori a soffitto, un modo molto semplcie di pulire le pale é usare la federa di un cuscino vecchia. Spruzate l’interno della federa con un prodotto antistatico ed infilate le pale dentro alla federa, una alla volta, e spolverate le zone interessate. La federa raccoglierá polvere e sporco che cadono, evitando che arrivino sul pavimento (ed obbligandovi quindi a pulire due volte!)

La pulizia del condizionatore

Se anche voi avete deciso di optare per un vero e proprio impianto di aria condizionata, ricordatevi di non esagerare: mantenere una temperatura intorno ai 24 gradi è abbastanza per mantenere l’ambiente vivibile e allo stesso tempo non ricevere bollette stratosferiche – qui ad esempio, trovate altri consigli per risparmiare in casa riducendo gli sprechi. Anche una corretta pulizia e manutenzione del condizionatore sono fondamentali, non solo per il corretto funzionamento ma anche per evitare che l’aria fresca emessa dall’impianto sia carica di batteri, polvere e sporcizia.

  • Fase 1

Staccate la spina per evitare spiacevoli incidenti e iniziate a pulire la parte esterna del condizionatore. Un detergente naturale ed un po’ d’acqua sono più che sufficienti.

  • Fase 2

Occorre pulire gli split interni: basta rimuovere la carrozzeria e pulire i sedimenti di sporcizia e polvere. Per il grosso si può usare un’aspirapolvere, per le zone più sporche invece sono necessari acqua e detergente. Per la griglia usate un pennello o uno spazzolino vecchio, per pulire bene negli angoli. Ricordatevi di asciugare attentamente il tutto!

Pulire filtri

Se avete invece uno dei modelli più vecchi, con il condizionatore attaccato alla finestra, dovrete rimuovere il coperchio per pulire il filtro e togliere la polvere. Approfittate per pulire la finestra dove è posizionato il condizionatore ed aspettate che sia tutto asciutto.

  • Fase 3

Molti dei filtri dei condizionatori sono filtri a carboni attivi, e servono a trattenere pollini e odori. Quando state pulendo il condizionatore eliminate i filtri troppo danneggiati e lavate con acqua o semplicemente con l’aspirapolvere quelli ancora in buono stato. I filtri servono appunto da depuratori, trattenendo la parte di aria inquinata e i cattivi odori. Se sono sporchi non solo non funzioneranno correttamente, ma servirá anche più energia per utilizzare il condizionatore – sarebbe dunque importante pulirli almeno una o due volte al mese.

pulizia dei filtri

  • Fase 4

Pulite lo scambiatore di calore e la vaschetta per la raccolta della condensa con un prodotto specifico: di solito i prodotti per queste parti del condizionatore sono più densi, e potete usare uno spazzolino o un pennello per raggiungere le zone più difficili. Pulendo lo scambiatore, lo sporco sciolto si depositerà nella vaschetta, basta versare sopra dell’acqua per far defluire lo sporco depositatosi.

  • Fase 5

Per i tubi di rame delle batterie, usate una soluzione di acqua e sgrassante, come sempre aiutandovi con una spazzola o un pennello per i punti più difficili. Lasciate il coperchio aperto per lasciar asciugare.

  • Fase 6

Pulite anche l’unitá esterna del condizionatore con una tecnica simile, con un compressore oppure un pennello, per eliminare pollini, sporcizia, residui di foglie. Approfittatene per controllare che anche le tubazioni esterne esposte a sole e agenti atmosferici siano in condizioni ottimali.

pulire condizionatore

La pulizia e manutenzione del ventilatore sono fondamentali per il suo corretto funzionamento e per un dispendio energetico minimo. Ricordatevi di pulire i filtri regolarmente, e prima dell’arrivo della piena estare fate un check up completo con una pulizia di fino. Non solo il vostro climatizzatore ve ne sará grato, ma anche la vostra bolletta!

E voi? Come pulite il condizionatore ed il ventilatore? Condividetelo con noi nei commenti qui sotto!

Chiara si occupa di on-line marketing e contenuti, crede che il mondo sia pieno di persone interessanti e di opportunitá di crescita, per questo ama viaggiare e lo fa non appena le è possibile. Sul blog di Helpling vi darà consigli su come pulire ad abbellire la vostra casa, proprio come farebbe se fosse la sua.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova Helpling